La Misericordia di Dio rivelata nella nuova alleanza (2008)

Chiudevamo la formazione permanente dello scorso anno contemplando il mistero di luce racchiuso nel Cantico dei Cantici. Al momento dell’Incarnazione “la gioia è grande” dice Madre Speranza. E’ la
gioia dello Sposo che finalmente trova la sposa che lo attendeva da sempre, dell’Amore che trova un cuore che lo ama, della Parola che trova un orecchio, una mente e una volontà aperti all’accoglienza totale. L’attesa è finita. La pienezza del tempo è arrivata. Le porte del banchetto si schiudono per la festa di nozze. Il Padre, il Figlio e lo Spirito gioiscono perché la misericordia sta rivelando la sua misura più grande ed inimmaginabile. Che mistero di amore e misericordia infinita racchiude l’Incarnazione del Figlio di Dio! Chi avrebbe osato immaginare o sognare tale pienezza di grazia. I saggi di questo mondo avevano tentato di raggiungere la sapienza, applicando la mente alla ricerca della verità, ma si erano fermati sulla sponda del mistero, che sfuggiva sempre come una luce al di sopra della mente. Tutt’al più avevano intuito, come Platone, il bisogno di una “seconda navigazione” per attingere la verità, nella quale la verità stessa sarebbe venuta incontro a noi rivelando se stessa.
Ora tutto si compie, l’attesa dell’Antica Alleanza e l’attesa racchiusa in ogni genuina sete di verità e di amore.

 

Scarica qui il documento

La Misericordia di Dio rivelata nella nuova alleanza (2008)

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *